chi legge il futuro

Aspetto docilmente che qualcuno mi dica del mio futuro.
non un chiromante, non un astrologo
non un incrocio di stelle, un gioco di carte, una linea della mano
– che quasi saprebbero di vaga poesia e mistero e letteratura

non un insieme di segni del caso da interpretare
non una stella cadente

molto più squallidamente, un responsabile dell’ufficio personale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *