cotto e mangiato: mele alla marco

Sicuramente la fantasia si è messa in moto dopo essere stata allenata da puntate su puntate della prova del cuoco.
anzi, del fuoco, come dice lui.

in ogni caso qualche tempo fa il topobambino ha deciso che era giunto il momento di mettere in pratica la sua ricetta inventata numero uno.
commestibile intendo.
che non commestibili ne sono già state inventate parecchie 😀

allora, ecco qua. semplice, veloce e dice lui buonissima. la scrivo come l’ha detta lui, più o meno:

uno: si va dall’albero a raccogliere due mele (due non perché sia goloso da impazzire di mele eh, ma perché le mele dell’albero sono piccole).
due: si prende un coltello e si sbucciano
tre: si tagliano a pezzetti piccoli, non grossi che poi non piacciono (perché si sa, nel gusto la forma ha un ruolo assolutamente fondamentale)
quattro: si mettono tutti i pezzetti dentro una tazza col succo di limone, così non diventano scuri (e qui dico io, dev’esserci una contaminazione televisiva perché io di certo non gli ho detto ‘sta cosa, nemmeno la sapevo, l’ho imparata da lui…) e si lasciano lì per un po’
cinque: si tirano fuori dal succo di limone, si mettono in un’altra tazza, si mette lo zucchero, si mescola e poi si mette anche un cucchiaio di cacao

ecco fatto.
cotto… e mangiato 😀

Alessandra

Io sono Alessandra

"e scrivo e scrivo e ho molte altre virtù"; un blog come qualcosa da lasciare ai propri figli


emailTwitterFacebookLinkedInGoogle Plus

Comments

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *