Lavazza parte seconda

dopo aver gustato un certo numero di cialde scadute e aver buttato via quelle rimaste quando ce ne siamo accorti, procediamo con l’ordine online.
compriamo tre confezioni. registrazione sul sito di tutti i dati, pagamento con carta di credito e via.
dopo un paio di giorni andiamo a buttare un occhio sullo stato dell’ordine, così per renderci conto visto che le cialde non scadute sono agli sgoccioli.
login ed ecco che un bel punto interrogativo fa bella vista nella nostra pagina.
“contattare il servizio clienti” c’è scritto.
telefoniamo.
operatore: “buongiorno sono ciccio (nome di fantasia), in che cosa posso esserle utile?”
ste: “veramente ecco, ho fatto il tal ordine e guardando ora sul sito c’è scritto che devo contattarvi…”
o.: “ah, sì, ecco, è nostra abitudine infatti quando un cliente procede ad un acquisto ricontattarlo telefonicamente prima di far partire l’ordine”
s.: “ah. …mi scusi eh, ma la sto chiamando io… non mi ha contattato nessuno…”
o.: “ehm… non so… ci sarà stato un errore….”
s.: “ma abbia pazienza, vi do nome, cognome, indirizzo, telefono, data di nascita e pago l’ordine con carta di credito. Ma perché ci dobbiamo risentire?”
o: “… (sta per “è nostra prassi“) comunque okay, tutto a posto”
s.: “guardi, ne approfitto per dire anche a lei che sinceramente non siamo per nulla contenti dell’acquisto dopo quello che è capitato
o: “guardi, io sono solo un operatore, posso solo riferire…”
n: “ecco, va bene, riferisca…”

il giorno dopo, ritorniamo sulla nostra bella paginetta e fa ancora bella mostra di sé il punto esclamativo con invito a contattare il servizio clienti.
scatta di nuovo la telefonata:
o.:”buongiorno sono ciccio (ma un altro ciccio…), in cosa posso esserle utile?”
s.: “non lo so, me lo dica lei….”
o.: “scusi?”
s.: “allora, vi ho chiamato ieri per via del punto esclamativo con gentile invito a contattarvi che troneggiava nella pagina del mio ordine, ho confermato questo stramaledetto ordine e oggi siamo daccapo! Ma che devo fare??”
o. :”ah… no… beh… niente… sarà un errore del server

datemi una faccina che si sbellica dalle risate faccina che si sbellica e una che non ci vuole credere….faccina perplessa

Alessandra

Io sono Alessandra

"e scrivo e scrivo e ho molte altre virtù"; un blog come qualcosa da lasciare ai propri figli


emailTwitterFacebookLinkedInGoogle Plus

Comments

commenti

4 thoughts on “Lavazza parte seconda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *