Oh che divertimento!

Domenica abbiamo imparato che l’approccio è l’aspetto più importante nell’affrontare le situazioni. Determinante, fondamentale. E che chi gestisce l’approccio ha in mano il 90% abbondante della riuscita di una qualunque impresa.
Il topobambino, febbre da 9 giorni e tosse da paura, fa pure lui il suo giro al pronto soccorso. Prima volta nella sua vita.
Dalla stanzetta in cui sono con il tamagotchi lo vedo arrivare saltellante con un gioco in mano e l’immancabile kelly, insieme a nonna e papà. Lo guardo dalla finestra e vorrei salutarlo, solo per prendermi un attimo il suo sorriso, ma so che è meglio così, meglio che non mi veda. Quindi quello che racconto è riportato. Premettendo che lui se non fosse per la tosse sta perfino abbastanza bene eh.
Qui tutti sanno gestire l’approccio. Medici, infermieri, lo sanno fare con le mamme e lo sanno fare coi bambini. Qualunque età abbiamo. Metteteci che il topobambino per fortuna ha un approccio positivo con la sanità (e con il prossimo, a meno di un’antipatia particolare a pelle) e ne viene fuori la sua esperienza positiva. Cioè, lui al pronto soccorso si è proprio divertito. Intanto ha giocato con gli altri bambini in sala d’aspetto (e quindi si sarà sicuramente preso anche qualche altro bel germe da portare a casa..), tra due boy scout con bernoccoli simmetrici per uno scontro frontale e una coccinella (con tanto di antenne) azzoppata e a fine mattinata voleva portarsi a casa una bambina bionda con un dito dolente. Poi fare i raggi è stato il suo top assoluto! Il dottore lo ha portato nella stanza e gli ha detto “ora ti metto un vestito da power rangers.. li conosci?” (che poi gli ha messo una cappa piombata) ed essendo la sua passione del momento già lì era tutto fiero. Ha fatto i raggi e poi con la sua faccina come il didietro ha chiesto “dottore, poi mi fai vedere?” e alla vista delle lastre ai suoi polmoni si è scatenato l’entusiasmo. Ha dovuto chiamare il papà e poi anche la nonna, tutti a vedere “il mio corpo umano”! E al dottore interessatissimo ha dovuto far sapere che lui “lo studia alla scuola materna”.
Che il responso poi sia stato focolaio di broncopolmonite è solo un dettaglio.
Il suo responso invece è tutto nella frase che ha pronunciato quando è risalito in macchina “grazie, mi sono proprio divertito tanto!..”
E io che pensavo di portarlo a gardaland una volta guarito!

Alessandra

Io sono Alessandra

"e scrivo e scrivo e ho molte altre virtù"; un blog come qualcosa da lasciare ai propri figli


emailTwitterFacebookLinkedInGoogle Plus

Comments

commenti

5 thoughts on “Oh che divertimento!

  1. sì, ha delle uscite molto cinematografiche. Peccato non poter riportare anche gli atteggiamenti del corpo, perché sono molto espressivi 🙂
    e il trio in sala d’attesa avrei troppo voluto vederlo!! 😀

  2. il pediatra stamattina ha detto che siamo guariti.
    oggi siamo usciti.
    dopo tanta clausura la luce del sole mi faceva male agli occhi… 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *